articoli

Glaucoma e disturbi del sonno

Uno studio, pubblicato recentemente su Journal of Glaucoma e condotto negli Stati Uniti su oltre 6.700 pazienti di età superiore a 40 anni, ha rivelato possibili connessioni tra glaucoma e problemi del sonno.

Lo studio ha analizzato i dati provenienti dal National Health and Nutrition Examination Survey 2005-2008. I partecipanti allo studio erano pazienti affetti da glaucoma con evidente danno al nervo ottico e perdita della vista in una parte del campo visivo. Il nervo ottico dei partecipanti era stato esaminato mediante fotografia del fondo oculare e la perdita del campo visivo era stata accertata con i test automatizzati.

 

I pazienti arruolati sono stati chiamati a rispondere ad un questionario in cui erano presenti domande sulla loro esperienza del sonno, in modo da evidenziare:

-le ore di sonno per notte;

-la difficoltà ad addormentarsi,

-la presenza di disturbi del sonno (svegliarsi durante il sonno),

-la diagnosi di disturbi, come apnea notturna;

-l’uso di farmaci per il sonno;

-la presenza di problemi di sonnolenza durante il giorno.

Lo studio ha rivelato la presenza di un’associazione tra glaucoma e problemi del sonno. Infatti, individui che dormivano per 10 o più ore a notte avevano una probabilità 3 volte più alta di avere danni al nervo ottico correlati al glaucoma rispetto a chi dormiva solo 7 ore a notte. Inoltre, i soggetti che si addormentavano in 9 minuti o meno, e quelli che ne impiegavano 30 o più, mostravano il doppio delle probabilità di avere glaucoma rispetto ai soggetti che impiegavano 10-29 minuti per addormentarsi. Inoltre, le probabilità di avere una perdita di visione erano tre volte più alte tra gli individui che dormivano 3 ore o meno, oppure 10 o più per notte, rispetto a quelli che dormivano 7 ore a notte. I soggetti che affermavano di avere difficoltà a ricordare qualcosa a causa di sonnolenza diurna avevano il doppio delle probabilità di avere una perdita del campo visivo rispetto a coloro che dichiaravano di non avere sonnolenza durante le ore diurne e non notavano problemi di memoria.

I dati dello studio rivelano, dunque, la presenza di una chiara associazione tra glaucoma e durata anormale del sonno, latenza del sonno e disfunzione diurna; dimostrando che questi parametri possono rappresentare un fattore di rischio o una conseguenza di glaucoma.

 

Fonte:

Association Between Sleep Parameters and Glaucoma in the United States Population: National Health and Nutrition Examination Survey. Mary Qiu et al. J Glaucoma 2019; 28:97–104.

Condividi
Valuta
Pubblicato il
mercoledì, 19 Giugno 2019
Argomento
Glaucoma