News

EMD E TERAPIA CUSTOMIZZATA: IL RUOLO DELLA DIAGNOSI

TAVOLA ROTONDA – Roma 25 Novembre 2016 – 14.30 ÷ 15,30
Centro Congressi Rome Cavalieri – sala LEONARDO

simposio-iluvien-invito

Moderatori
Prof. T. Avitabile – Prof. F. Bandello

Relazioni

– La patogenesi e la diagnostica
   Prof. E. Midena

– Gli strumenti diagnostici innovativi: l’Angio-OCT
Prof.ssa M. Varano

– Le Opzioni terapeutiche innovative: siamo pronti
per una terapia customizzata?
Prof. F. Bandello

Interventi: Dott.ssa V. Bisti (giornalista del TG1)

96° Congresso nazionale SOI
Società Oftalmologica Italiana
ROMA – Centro Congressi Rome Cavalieri – sala LEONARDO

25 Novembre 2016 – 14.30 ÷ 15,30

 

L’obiettivo di questo confronto tra esperti retinologi è evidenziare  il ruolo della diagnosi nella scelta del trattamento per il paziente affetto da EMD.
Per tutte le patologie, soprattutto le più gravi e complesse, la diagnosi clinica ha un ruolo centrale nella scelta del trattamento più efficace. Essa dovrebbe mettere in evidenza,  se è possibile, anche le componenti patogenetiche e dovrebbe essere poco invasiva per il paziente.
La tavola rotonda  in programma il 25 novembre si incentra sul ruolo della diagnosi nella gestione e nel trattamento dell’Edema Maculare Diabetico, proponendo inizialmente una disamina delle sue componenti patogenetiche  (vascolare e infiammatoria) e dopo aver preso in considerazione gli esami diagnostici di routine,  si sofferma sull’Angio-Oct, che rappresenta una nuova frontiera per uno studio approfondito e completo della patologia.
Se gli strumenti diagnostici innovativi sono oggi in grado di mettere in evidenza le componenti patogenetiche  della malattia, sorge spontanea una domanda: siamo  vicini alla possibilità di  “customizzare”  il trattamento?
Tra l’altro,  in questo ambito, il panorama farmaceutico offre attualmente delle soluzioni innovative che mettono l’aderenza alla terapia e quindi il paziente al centro dell’attenzione.

Condividi
Valuta
Pubblicato il
mercoledì, 16 novembre 2016
Argomento
Retina