articoli

Cataratta e profilassi antibiotica

Chirurgia della cataratta e profilassi antibiotica con netilmicina: “Hot Topic” all’ A.R.V.O. 2015

La profilassi antibiotica nell’intervento di cataratta è un tema di grande attualità e oggetto di vivace dibattito tra gli specialisti. A questo proposito il Comitato per il Programma del Congresso annuale A.R.V.O. (Denver, 3-7 maggio 2015) ha selezionato come “Hot Topic”, l’abstract:
“Netilmicin for antibiotic prophylaxis before cataract surgery”
V. Papa, C. Cannatella, A.R. Blanco, M. Santocono
SIFI SpA (Italy) and Ophthalmology Unit Di Stefano Private Hospital Catania (Italy)

“Hot Topic” è un riconoscimento che ARVO riserva a ricerche che si configurano come nuove ed innovative nel settore di riferimento. Questa attestazione viene riconosciuta a meno del 6% di tutti gli abstract ammessi al congresso (più di 6.000).
Gli “Hot Topic” sono, quindi, relativi a temi destinati a suscitare l’interesse della stampa e del pubblico in generale. Per questa ragione pubblichiamo una breve descrizione di questa ricerca, redatta dagli Autori in un linguaggio facilmente comprensibile anche dai non specialisti.
“La rimozione della cataratta è uno degli interventi chirurgici più diffusi. Le complicanze infettive postoperatorie a carico delle cavità intraoculari (endoftalmite) sono rare, ma potenzialmente devastanti. La fonte degli agenti patogeni è sempre la stessa superficie oculare del paziente e pertanto ogni antibiotico topico utilizzato prima dell’intervento dovrebbe essere efficace contro la flora del paziente ed in grado di eliminare o di ridurre significativamente il numero di batteri sulla superficie oculare. Questo studio ha dimostrato che più del 70% dei pazienti erano positivi per la crescita di batteri nella congiuntiva o nella palpebra o in entrambe, e che molti degli antibiotici oftalmici comunemente utilizzati non erano efficaci contro parecchi potenziali agenti patogeni. La Netilmicina era il solo antibiotico testato efficace in vitro verso più del 90% dei microorganismi. Conseguentemente un ciclo di tre giorni con soluzione oftalmica a base di netilmicina (Nettacin SIFI SpA, Italia) prima dell’intervento chirurgico risultava idoneo ad eliminare i batteri presenti nella congiuntiva e nella palpebra rispettivamente nel 98% e nel 91% dei pazienti. Malgrado l’utilizzo profilattico dell’antibiotico prima dell’estrazione della cataratta rimanga controverso, il risultato di questo studio è destinato probabilmente ad influenzare la pratica clinica connessa alla scelta dell’antibiotico appropriato per la prevenzione delle complicanze infettive”.

Versione in lingua inglese

Leggi tutto +

Condividi
Valuta
Pubblicato il
mercoledì, 1 aprile 2015
Argomento
Area Chirurgica