interviste

DMLE: una malattia infiammatoria?

Abbiamo intervistato sulle ultime novità in tema di infiammazione e DMLE  il dott. Florian Sennlaub, Direttore dell’équipe 14: “Inflammation, dégénérescence et remodellage vasculaire” dell’Institut de la Vision di Parigi.

Dott. Sennlaub, prima di parlare delle ricerche condotte dal vostro laboratorio, potrebbe farci il quadro delle terapie più recenti per la DMLE?
Da alcuni anni le possibilità di trattamento per la DMLE umida sono enormemente migliorate con la messa a punto di una terapia antiangiogenica basata sull’utilizzo di farmaci che impediscono la formazione dei neovasi. Questo trattamento mira a neutralizzare l’effetto del VEGF (Vascular Endothelial Growth Factor), che è implicato nella regolazione della permeabilità e della crescita dei vasi. I farmaci antiangiogenici sono in grado di stabilizzare la malattia e, in alcuni casi, di migliorare la visione nella maggior parte dei pazienti affetti dalla forma umida, a condizione che vengano somministrati per tempo.
Nel caso di persone che soffrono di DMLE atrofica, alcuni studi hanno dimostrato che la somministrazione delle vitamine E e C, del betacarotene e dello zinco rallenta, ma che purtroppo non arresta  la progressione della malattia.
Attualmente non esiste un vero e proprio trattamento preventivo per questa patologia . Uno screening da parte dell’Oculista consente, tuttavia, di identificare i soggetti colpiti da una maculopatia legata all’età e di informarli su come ridurre i  fattori di rischio (es. tabagismo, sovrappeso). Inoltre la diagnosi precoce della DMLE umida è essenziale per poter trattare le neovascolarizzazioni prima che insorgano delle complicanze.
Nei prossimi anni la sfida della ricerca sarà indirizzata nell’individuare un trattamento terapeutico per la forma atrofica della DMLE e nell’identificare nuovi inibitori della neovascolarizzazione alternativi a quelli attuali verso i quali esistono molti pazienti  non-responder e per  i quali tali trattamenti anti-VEGF sono diventati inefficaci.

Leggi tutto +
Condividi
Valuta
Pubblicato il
mercoledì, 17 dicembre 2014
Argomento
Infiammazioni Oculari