articoli

Il Libro parlato: un amico da ascoltare

“I genitori ti insegnano ad amare, ridere e correre. Ma solo entrando in contatto con i libri, si scopre di avere le ali”. Helen Hayes

Il Centro nazionale del Libro Parlato (CNLP) dell’Unione Italiana dei Ciechi (UIC) nasce nel 1957, con una missione importante: rendere meno pesanti le giornate di non vedenti e ipovedenti e aiutare nello studio chi è privo della vista. La sua attività si rivolge in realtà ad un target più ampio, che comprende anche tutti coloro che non possono accostarsi alla lettura in modo tradizionale, quindi anche ai dislessici, distrofici, anziani e malati terminali.
Per tutte queste persone in estate, stagione di riposo e vacanze, può essere particolarmente importante poter contare sulla compagnia di un buon libro da ascoltare. Infatti il Centro nazionale del Libro Parlato, attraverso le sue 13 sedi diffuse in tutta Italia, produce e distribuisce audiolibri, che mette a disposizione degli utenti in modo assolutamente gratuito.
Il catalogo è molto ricco, si parla di ben 55.661 libri incisi su audiocassetta o CD, che spaziano tra narrativa, saggistica, storia, filosofia, scienze, letteratura per ragazzi e molti altri generi. Oltre che all’incisione dei classici, si è dato spazio alle novità editoriali, ai bestseller e ai testi vincitori di premi letterari. Gli audiolibri sono registrati da lettori professionisti, dotati di grande capacità espressiva, tra i quali anche attori e cantanti, come Francesco De Gregori. C’è anche la possibilità di incidere opere a richiesta degli utenti come, ad esempio, testi scolastici e universitari, dispense e appunti ed inoltre localmente i Centri registrano numerose riviste di interesse nazionale e locale, come «Focus», «Gente Mese», «National Geographic», «Airone» e molte altre.
Tutto ciò grazie alla preziosa e disinteressata collaborazione di lettori volontari.
Per usufruire dei servizi del Libro Parlato basta contattare il Centro competente per territorio, compilare un modulo d’iscrizione con i propri dati anagrafici e la motivazione della richiesta (cecità, ipovisione, difficoltà di lettura), si possono così ritirare personalmente gli audiolibri oppure riceverli direttamente a casa. In quest’ultimo caso va sottolineato che le spedizioni sono esenti da spese postali, garantendo in tal modo la completa gratuità del servizio e quindi la piena fruibilità da parte di tutte le fasce di utenza.
Oltre alla fruizione dei supporti fisici (CD e audiocassette), che rimangono fondamentali per anziani e disabili gravi, le nuove tecnologie hanno oggi reso possibile l’accesso al catalogo del Libro parlato via smartphone e tablet, infatti l’intero archivio è stato convertito in file MP3 che possono essere scaricati dalla piattaforma www.uiciechi.it/servizi/lp/introlp.asp,
Inoltre il Centro nazionale del Libro Parlato ha aderito al consorzio internazionale DAISY (Digital Accessible Information System), che è uno standard in grado di consentire l’indicizzazione del libro. Grazie a questo tipo di tecnologie diventa possibile consultare paragrafi e capitoli, muovendosi liberamente da una parte all’altra del testo.
L’audiolibro diventa, quindi, fruibile in modo nuovo, con un carattere di interattività sconosciuto in precedenza, che rende ancora più ricca e libera l’esperienza della lettura.

Carlos Ruiz Zafón
“I libri sono specchi: riflettono ciò che abbiamo dentro”.

Jean-Paul Sartre
“I libri sono stati i miei uccelli e i miei nidi, i miei animali domestici, la mia stalla e la mia campagna; la libreria era il mondo chiuso in uno specchio; di uno specchio aveva la profondità infinita, la varietà, l’imprevedibilità”.

Fabrizio Caramagna
“Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso”.

Condividi
Valuta
Pubblicato il
martedì, 28 luglio 2015
Argomento
Cecità e Ipovisione